Le mie visioni: Sleeper Cell

3 03 2008

Sleeper CellSi è conclusa martedì scorso su AXN la serie targata Showtime Sleeper Cell, composta di due stagioni “brevi” (la prima di 10 episodi, la seconda di 8).

La serie narra di un poliziotto afroamericano e musulmano, Darwyn Al Sayeed (Michael Ealy) che si infiltra nella cellula terroristica operante a Los Angeles diretta dal mefistofelico Farik (un bravissimo Oded Fehr). Quello che colpisce principalmente è l’accuratissimo approfondimento di una tematica così delicata come il terrorismo islamico, soprattutto considerato che si tratta di una produzione statunitense. La tematica può ricorda serie come 24, ma qui il ritmo è molto più dilatato e l’approfondimento delle tematiche e dei personaggi molto più presente.

L’eroe, Darwyn, è un musulmano osservante, nonostante sia americano e il suo scopo sia quello di fermare i terroristi. Non c’è nessuna “concessione” alla critica all’Islam in quanto tale in lui, anche perché la serie non propone una visione unica e stereotipata dell’Islam, ma ne offre molteplici, mostrandone le varie forme, da quelle più “soft” a quelle più estremiste, passando per quelle più spirituali… Anche l’analisi delle motivazioni dei terroristi, è assolutamente approfondita e realistica, e permette di sviluppare una certa empatia con questi personaggi che vedono nel “martirio” l’unica maniera di dare un senso alla propria vita. Si va dal dolore interiore del bosniaco Ilija Korjenic (interpretato da un ottimo Henry Lubatti), reduce dagli orrori della guerra dei Balcani, al distorto idealismo progressista del californiano Tommy Emerson (Blake Shields), oppresso da una madre contestatrice, fino all’odio e alla violenza insita nel personaggio dell’ex naziskin francese Christian Aumont (Alex Nesic)… Nella seconda stagione entrano in scena altri personaggi, ma lo spessore di questi è decisamente meno notevole, fatta eccezione forse solo per l’ex prostituta olandese Mina (Thekla Reuten).

Dal punto di vista della realizzazione la serie è di altissimo livello (come un po’ tutte le produzioni Showtime dell’ultimo periodo), con una regia ed una fotografia di livello cinematografico. A livello di trama, forse parte in maniera un po’ lenta, ma dopo i primi tre-quattro episodi il ritmo aumenta vertiginosamente. In un primo momento forse può far storcere un po’ il naso l’inserimento dell’elemento amoroso (incarnato nel personaggio di Gayle Bishop, interpretato dalla splendida Melissa Sagemiller), che sembra stonare (vista l’avvenenza della ragazza) con l’atmosfera cupa e realistica del resto della serie. In realtà ben presto questo elemento si integra alla perfezione nella trama (senza contare che poi di presenze femminili più che notevoli dal punto di vista estetico ce ne saranno molte altre, per esempio Sarah Shahi…).

Giudizio Finale: ****

Annunci

Azioni

Informazione

6 responses

3 03 2008
Le mie visioni: Sleeper Cell

[…] e Pemuda PAS wrote an interesting post today onHere’s a quick excerptSi è conclusa martedì scorso su AXN la serie targata Showtime Sleeper Cell, composta di due stagioni “brevi” (la prima di 10 episodi, la seconda di 8). La serie narra di un poliziotto afroamericano e musulmano, Darwyn Al Sayeed (Michael Ealy) che si infiltra nella cellula terroristica operante a Los Angeles diretta dal mefistofelico Farik (un bravissimo Oded Fehr). Quello che colpisce principalmente è l’accuratissimo approfondimento di una tematica così delicata come il terrorismo islamico, soprattutto considerato che si tratta di una produzione statunitense. La tematica può ricorda serie come 24, ma qui il ritmo è molto più dilatato e l’approfondimento delle tematiche e dei personaggi molto più presente. L’eroe, Darwyn, è un musulmano osservante, nonostante sia americano e il suo scopo sia quello di fermare i terroristi. Non c’è nessuna “concessione” alla critica all’Islam in quanto tale in lui, anche perché la serie non propone una visione unica e stereotipata […] […]

4 03 2008
Paul

Chiaramente concordo, anche se nella seconda serie oltre i personaggi da te citati ho trovato ben interpretata la parte di Salim (Omid Abtahi), per interderci il terrorista rivelatosi poi gay. Questa serie mi è piaciuta anche perchè ad ogni puntata si imparava qualcosa sul Corano. Davvero una bella serie.
Ma, alla fine, ti è piaciuto come è terminata?
ciao, Paul.

4 03 2008
Midnighter

Salim è un bello “spunto”, ma non gestito benissimo secondo me (parte estremamente stereotipato, poi lo gestiscono bene ma resta un po’ “a metà”). Vuoi per i tempi più “ristretti”, ma il lavoro compiuto sui membri della prima cellula era molto più approfondito.
La fine è stata un “western” vero e proprio, sia come trama che dal punto di vista visivo, e associare a questo tema quello che probabilmente è il genere più genuinamente americano (anche se forse nello specifico ha ripreso più dagli spaghetti western nostrani, ma comunque rimanda alla “mitologia” americana) è stata un’idea molto interessante.

5 03 2008
Paul

Si, ma il fatto che la serie si sia conclusa con Darwin ferito, e Farik in fuga, non ti sembra che sarebbe stato meglio una fine più “definitiva”?

5 03 2008
Midnighter

Mah, da un lato sì, dall’altro la morte dell’uno o dell’altro sarebbe stata troppo ottimista e buonista da una parte e pessimista e catastrofica dall’altro… Che tutto questo scontro epico non giunga ad una conclusione penso sia una scelta voluta, per comunicare l’impossibilità della risoluzione nell’immediato dello scontro politico-ideologico che i due personaggi rappresentano.
Avrei preferito un finale più chiuso, ma piuttosto che un finale che sminuisca il tutto (e il rischio, con un tema così delicato e d’attualità, era alto) meglio questo.

5 03 2008
Paul

Io invece penso che il finale aperto la produzione se lo sia tenuto per una eventuale continuazione che invece non c’è stata…. ma può darsi che mi sbaglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: